Il periodo della pensione è ricco di cambiamenti e può portare con sé sfide inaspettate, soprattutto quando si parla di relazioni. Sono, infatti, tante le coppie che, non riuscendo a trovare un equilibrio in questa nuova fase della loro vita, decidono di separarsi a 60 anni.

Nella nostra società, in rapida evoluzione, la separazione a 60 anni non è un’eccezione, ma una realtà diffusa. Sono tante le ragioni alla base di questo fenomeno. Talvolta, per esempio, quando i figli si rendono indipendenti o quando inizia la pensione, le persone si trovano a trascorre molto più tempo insieme al partner e si rendono conto di avere ormai poco in comune.

Come Retirement Coach, affianco coloro che si trovano ad affrontare questa complessa fase della vita, fornendo supporto, consigli pratici e strategie per gestire il cambiamento.

Ho, quindi, deciso di scrivere questo articolo per parlarti delle ragioni che portano molte coppie, soprattutto di lunga data, a decidere di separarsi a 60 anni e del percorso che si trovano ad affrontare, offrendoti alcuni suggerimenti pratici che spero ti possano aiutare a gestire la transizione con equilibrio e consapevolezza.

Caterina Lazzarini
.

Separarsi a 60 anni: una realtà diffusa

Come accennavo, sono diversi i fattori contribuiscono all’incremento delle separazioni dopo i 60 anni nelle coppie di lunga data .

Da un lato, nel tempo, è cambiata la percezione sociale del divorzio, che non è più visto in modo negativo. Ciò comporta che chi è non è più soddisfattǝ della propria relazione di coppia è più propensǝ a scegliere di separarsi rispetto a quanto accadeva un tempo.  

Le donne, inoltre, hanno generalmente una loro indipendenza economica e questo dà una maggiore libertà di allontanarsi da una situazione che, ormai, non le rende felici.

È, poi, interessante notare che la tendenza a separarsi è maggiore nei contesti sociali più scolarizzati. Con probabilità ciò è dovuto, da un lato, alla possibilità di affrontare più serenità i problemi economici, che una separazione comporta, e, dall’altro, al fatto che, di solito in questi contesti si è meno legati agli standard culturali tradizionali. 

Una delle ragioni principali che portano le persone a scegliere di porre fine un matrimonio diventato infelice riguarda, inoltre, l’aspettativa di vita più lunga rispetto al passato

Chi ha sessanta anni oggi sa di avere ancora molti anni davanti e questo motiva le persone a viverli al meglio. Questa consapevolezza e il rifiuto di accontentarsi portano a mettere fine a rapporti matrimoniali che non soddisfano più. C’è, infatti, una nuova presa di coscienza delle proprie possibilità e di quello che si vorrebbe realizzare negli anni a venire.

L’uscita di casa dei figli, ormai adulti, e l’inizio della pensione implicano, poi, che le persona in coppia si trovano, magari dopo anni, a trascorrere molto più tempo insieme e a condividere gli stessi spazi.  

Contrariamente a quanto si potrebbe pensare, proprio l’aumento del tempo trascorso insieme dai coniugi può avere un ruolo determinante nella crisi di una coppia di lunga data. È facile che i problemi esistenti , ma mai sollevati e affrontati, si esacerbino e facciano emergere tensioni fino a quel momento ignorate. È inevitabile che, quando si è a stretto contatto, diventi più difficile riuscire a non affrontare le situazioni sopportate e mai dette e le questioni irrisolte.

Talvolta, poi, capita che a decidere di separarsi a 60 anni siano persone che da anni vivono relazioni poco soddisfacenti, che sono state trascinante in attesa che i figli diventassero adulti o iniziassero a vivere fuori casa. 

mappamondo rotto

Separarsi dal marito a 60 anni: Retired Husband Syndrome 

Hai mai sentito parlare della Retired Husband Syndrome

La sindrome del marito in pensione è una malattia correlata allo stress e si manifesta con depressione, pressione alta, asma, rash cutanei, ulcera. la prima segnalazione descrizione è negli Stati Uniti nel 1984. Colpisce le donne hanno un marito che, non lavorando più fuori casa, dedica tutte le sue attenzioni all’ambiente domestico, alla sua riorganizzazione ed efficientamento.

I ricercatori hanno evidenziato come con gli anni le coppie spesso si allontanano e trascorrono poco tempo insieme a causa dei diversi impegni lavorativi. A riunirli, dopo tanti anni, è proprio il pensionamento. 

All’improvviso, quindi, le mogli si trovano a doversi confrontare con la presenza costante del marito, che nel frattempo è diventato, o viene percepito come, un estrano che, con le sue richieste e la sua presenza, appesantisce gestione familiare. 

Ciò risulta ancora più complesso per le mogli che lavorano e che hanno ancora meno tempo per soddisfare le richieste dei mariti in pensione.

In diversi casi, le donne rivalutano la situazione e decidono di separarsi dal marito anche se hanno 60 anni.

La presenza della Retired Husband Syndrome in diverse culture mostra come quella della pensione sia una fase della vita complicata, che porta con se delle sfide complesse e che può influire anche sulle relazioni affettive.

L’importanza della comunicazione aperta tra i partner durante la pensione

Quando si sta insieme per molti anni si stabiliscono degli schemi e spesso subentra l’abitudine. In questi casi, il pensionamento si pone come una nuova sfida per le coppie. Ci si ritrova, improvvisamente, a dover costruire insieme una nuova routine, bisogna capire come trascorrere il tempo insieme e separatamente e si devono affrontare, in modo nuovo, diverse questioni, come, per esempio, quelle legate al denaro e ai viaggi. 

Spesso il cambiamento delle dinamiche causa attriti nella coppia. Si stima, infatti, che, nei primi due anni che seguono il pensionamento, la maggior parte delle coppie riscontri un calo della soddisfazione matrimoniale.

Si dice che si inizia ad invecchiare a 26 anni, ma si diventa, davvero, vecchi quando si perde la capacità di adattarsi.

amici

Consigli per migliorare la comunicazione e prepararsi alla pensione insieme

Come abbiamo visto, il momento in cui si va in pensione coincide con un aumento del tempo da trascorrere con il/la partner. Questa novità può indebolire persino i legami più forti e porta molte coppie a pensare di separarsi.

Quando ci si prepara per la pensione, è fondamentale pensare al futuro insieme, considerando desideri ed aspettative reciproche.

Come Retirement Coach, il mio consiglio è proprio quello di confrontarti sempre con chi è al tuo fianco. La comunicazione per una coppia è, infatti, essenziale. Devi essere dispostə a parlare apertamente di questi cambiamenti, condividendo quelle che sono le tue paure e i tuoi dubbi.  

Cerca di mantenere un atteggiamento positivo ed aperto. Per riuscire a trovare un punto d’incontro, è essenziale che tu sia prontə ad ascoltare opinioni e desideri diversi dai tuoi. 

Ricorda che non ci sono soluzioni giuste o sbagliate, ma solo adatte e funzionali alle persone coinvolte nel momento che stanno vivendo. Ogni coppia deve trovare il compromesso che funziona meglio per la sua situazione specifica. 

Tu e il/la tuə partner potreste provare a individuare nuove attività e interessi di coppia da fare insieme

È, però, altrettanto importante dare la giusta importanza agli spazi di ciascuno. Cerca di ritagliarti dei momenti solo per te e di curare anche i tuoi interessi. 

Tieni presente che il matrimonio migliora quando si capisce il punto di vista dell’altra persona. Solo così si possono trovare soluzioni che tengano conto delle esigenze di ciascuno.

Allo stesso tempo, tieni presente che, anche quando le differenze persistono e non si riesce a trovare un punto d’incontro, la decisione di separarsi a 60 anni non deve essere considerata un fallimento. 

Come superare una separazione a 60 anni

Capita che chi si rivolge a me voglia capire come ricominciare a 60 anni dopo una separazione. 

Per quanto la relazione potesse ormai essere insoddisfacente, dopo anni vissuti a fianco di un’altra persona, è del tutto normale sentirsi tristi e spaesati. Ciò anche perché questo cambiamento nella propria vita viene a coincidere con il pensionamento, un momento che di per sé porta grandissimi cambiamenti nei propri equilibri e nelle proprie abitudini personali. 

donna in altalena

Ecco come superare una separazione a 60 anni:

Prendi atto della situazione

Ricominciare dopo una separazione a 60 anni, non è semplice. Sia che la decisione sia partita da te, sia che tu abbia dovuto accettarla, all’inizio potresti stare male e sentirti spaesatə.

Cerca di accettare la realtà e di non farti sopraffare dalle emozioni. Prova, piuttosto, ad avere pazienza e ad accogliere tutte le tue emozioni. 

Parla con chi ti è vicino e, se lo ritieni opportuno, non aver paura di chiedere aiuto. Soprattutto se la tua situazione di sofferenza dura da molto tempo, rivolgiti a uno specialista che ti aiuti ad elaborare il lutto.  

Prendi del tempo solo per te

Abbiamo visto che una delle ragioni che portano le persone a separarsi è la mancanza di obiettivi e passioni comuni. Col tempo le diverse esperienze di vita, fanno si che i nostri desideri non coincidano più con quelli di chi ci sta a fianco e trovare un punto d’incontro non è sempre immediato, facile o possibile. 

Questo è il momento giusto per mettere te stessə al primo posto. 

Rifletti sui tuoi desideri e dedicati a quello che nel corso della tua vita non hai avuto il tempo o l’occasione di fare, che si tratti di un viaggio, di un corso, di un hobby o di realizzare un sogno che per troppo tempo è rimasto chiuso nel cassetto. 

In altre parole, investi in te stessə e fai quello che ti fa stare bene.

Costruire una routine diversa, con nuove abitudini, potrebbe aiutarti a superare il momento.

Cerca nuove amicizie dopo la separazione 

Coltivare la socialità durante la pensione è fondamentale, ma trovare amicizie dopo una separazione a 60 anni potrebbe non sembrarti affatto semplice.

La separazione può, infatti, destabilizzare. Può essere che nel corso degli anni tu abbia perso di visita i vecchi amici o che, durante il matrimonio, la maggior parte delle tue amicizie fossero comuni a quelle del tuo o della tua ex partner.

Cerca di ampliare la tua rete sociale. Una rete di supporto solida potrebbe, infatti, aiutarti a superare il momento di transizione.

Quello che ti consiglio è di non temere di rimetterti in gioco. Se ne senti il bisogno, cerca nuovi amici, frequenta luoghi d’incontro, chiama chi non senti da tempo e prova a ristabilire i contatti con le persone che ti facevano stare bene. 

Se c’è una causa a cui tieni, potresti anche pensare di entrare in un’associazione di volontariato. Oltre a trovare nuovi amici, avresti l’occasione di dedicarti agli altri e di fare qualcosa che ti fa stare bene.

gruppo di amici in spiaggia

Potrebbe interessarti leggere anche: Come trovare nuovi amici dopo i 60 anni

In ogni fase della vita, i cambiamenti ci mettono di fronte a nuove sfide, ma anche aprirci a nuove possibilità. Affrontare una separazione a 60 anni, con la giusta dose di consapevolezza e il giusto sostegno, può essere un modo per porre le basi di una fase della tua vita, che rispecchi chi sei davvero ora. 

Come Retirement Coach, ho lavorato con persone che hanno deciso di separarsi a 60 anni e posso accompagnarti in questo percorso. 

Se hai bisogno di aiuto, contattami.

Caterina

Pubblicato il

Lascia un commento

Hai bisogno di aiuto?